Le email di auguri aziendali

In ambito business è dovere civico del Ceramista Anonimo spammare gli auguri aziendali per email a tutti i contatti.

Tradizionalmente quindi, in tutte le aziende, qualcuno vince l’ingrato compito di confezionare la email “official” di auguri, con la classica immagine + animazione.

Il livello di sofisticazione va da zero a mille – anzi – dalle stalle (con mangiatoia) alle stelle (comete).

Aziende piccole e grandi in ordine sparso confezionano terrificanti orrori riciclati di gusto pessimo, oppure sofisticate applicazioni multimediali (con musica e animazioni, che non si aprono mai).

Non mancano ambiziose “opere d’arte contemporanea” affidate a veri artisti e pertanto incomprensibili.

POLITICALLY CORRECT

Oggi che l’orizzonte è il mondo (export oltre l’85%) i direttori galattici sono terrorizzati dall’urtare la sensibilità di qualche cliente nella Papuasia, nel Myanmar… per non dire dei suscettibili Quatarioti e Bahreinini (da non confondere con i bagarini).

Se negli anni 90 si scriveva ingenuamente Buon Natale e felice Anno Nuovo in più lingue possibili, compreso cinese e russo, dal 2000 in poi è progressivamente sparito il Buon Natale, e anche il buon anno, visto il capodanno cinese che cade a carnevale e il capodanno arabo che cade chissà quando.

Quindi si ripiega su un neutro e indolore Season’s greetings, che ricorda tanto le verdure di stagione nel menù.

Santa Klaus escaping from town

Anche per le immagini tradizionalmente legate al Natale dove tutti torniamo bambini, nel tempo, timore e prudenza hanno drasticamente rimosso ogni riferimento pericoloso. Cioè praticamente tutto.

Per comodità, facciamo una tabella delle cose vietate e ammesse.

NO Immagini vietate

No alberi di Natale.
No palle e addobbi da albero di Natale.
Neanche abeti spogli o conifere in genere.

No Babbo Natale.
No renne e/o slitta.
No Befana o simili.

No Stella cometa, Bambingesù, Presepe, Grotta, Buoi e Asinelli (e neanche maiali!).

Niente immagini di regali e pacchi dono (in molti Paesi non si scambiano doni!!!).

No Bottiglia di spumante (no alcol).

Immagini ammesse

Ok Fiocco di neve
(nota: soluzione utilizzata nel 90% dei biglietti)

Ok Neve che cade.
Ok Villaggio sotto la neve.

Ok Pupazzo di neve
(senza cappello o indumenti rossi).

Ok Nastri ondeggianti.

Ok Fuochi artificiali.

Conclusione

Le email convergono sulla formula Season’s greeting + fiocco di neve e stanno assomigliando sempre più a un mix tra le previsioni del tempo e la pubblicità dei condizionatori Daikin.

#natile