Mascherina salvatutto 2021

I ceramisti navigati sanno che a Cersaie la gestione degli incontri casuali by the way è un fattore strategico.

Il pericolo si nasconde a ogni svolta, con il rischio di imbatterci nella voglia di chiacchiera di qualche conoscente “da cersaie” che ci insabbia in discorsi ad alta viscosità e basso interesse, per tempi che ci sembrano sempre interminabili.

Un recente studio filosofico ha appurato che il nostro tasso di interesse si muove in modo inversamente proporzionale al fatto che il viscoso sotto sotto voglia qualcosa da noi: informazioni, raccomandazioni, scroccamenti o …un invito a cena con happy ending unilaterale

Nello stesso studio gli incontri pericolosi, sono divisi in due parti.

Teste nei cactus
Bonaccini non mi riconosce

Caso #1. Persone che riconosciamoma non abbiamo proprio tempo per loro.

Qui il ceramista incallito agisce d’istinto con una fulminante exit strategy: elude il face-to-face con un sapiente dribbling, doppio passo e scatto bruciante a fondo campo, stile Cristiano Ronaldo.

Se invece avviene l’irreparabile parte il piano B: finta telefonata, sguardo falsamente costernato e il classico “ci sentiamo dopo, ti chiamo io” (come appare sulla mascherina 2021 del Ceramista Anonimo).

Caso #2. Una persona apparentemente ignota che mostra di conoscerci. Non possiamo assolutamente snobbarla, perché potrebbero essere qualcuno di importante per il business! Quindi non ci resta che mettere in scena un saggio di improvvisazione teatrale avviando una conversazione generica, nella speranza di strappare qualche indizio “wee grande… sempre in formissima! …cos’hai visto di bello?”.

E’ addirittura possibile che entrambi i dialoganti riconoscano il corrispettivo senza identificarlo, attivando una conversazione altamente surreale degna di Totò e Peppino.

2021. Tutto cambia.

Ma…. quest’anno, dopo i primi 50 metri di corridoio abbiamo intuito che tutto era cambiato: ovviamente indossavamo la regolare mascherina … ma l’odiato strumento di tortura si è trasformato in oggetto magicamente salvifico.

Essendo mascherinati, NON eravamo tenuti a identificare nessuno. Potevamo sempre DECIDERE di non riconoscere qualcuno!

Quindi, ci è stata restituito il libero arbitrio di stabilire SE, riconoscendo tizio, caio o sempronio dietro la loro maschera, interloquire con lui, rivelando la nostra identità come in una festa mascherata: sei tu? Sono io! Abbracciamoci, mantenendo la distanza: mascherina is freedom!

#cersaie #speciale-cersaie

Altri articoli consigliati