Chi sono i ceramisti anonimi

I Ceramisti sono una tribù di individui, la cui vita ha come epicentro totalizzante la piastrella.

Molti fedeli del Credo Ceramico adempiono alla loro missione in modo spontaneo e naturale, senza esserne totalmente consapevoli, per questo li definiamo Ceramisti Anonimi.

La cultura Ceramistica: valori e rituali

Questo sito si propone di studiare e divulgare la cultura ceramistica, nei suoi aspetti antropologici, etologici (Studio del comportamento) e spirituali.

Come ogni credo totalizzante, i Ceramisti Occidentali hanno un sistema di valori condivisi, utilizzano un linguaggio codificato e seguono liturgie comportamentali ben precise. Obbligatoriamente tutti i veri ceramisti si radunano ogni anno a Bologna, per celebrare il rito del CERSAIE.

Ogni ceramista indossa i colori di una o più aziende, che competono fra loro come le squadre di un campionato o le casate di Hogwarts (Harry Potter). Nella vita ceramica è prassi comune trasferirsi da una squadra-azienda all’altra, cambiando casacca come nel calciomercato; una parte di Ceramisti resta invece fedele negli anni.

Ceramisti Anonimi si nasce o si diventa?

Si può diventare ceramisti per nascita: se il parto avviene nel triangolo tra Maranello (MO) Scandiano (RE) e Baggiovara (MO) le probabilità sono altissime.

Ma in Italia e nel mondo molti soggetti scelgono spontaneamente di entrare nella tribù diventando venditori, compratori o produttori, attirati dall’abbraccio sicuro, coccoloso e vantaggioso di mamma ceramica.

In breve tempo tutti scivolano lentamente nella dipendenza da piastrella fino alla assuefazione. Un po’ come per le sigarette, salvo che non esiste la piastrella elettronica per disintossicarsi.

E’ un’avventura senza ritorno: statisticamente pochissimi usciranno dal perimetro del vortice ceramico.

Cosa significa essere ceramisti?

Un ceramista si riconosce perchè pensa sempre in formato piastrella, a cui deve la sua vita e il suo benessere. Il ceramista passa la giornata fabbricando, vendendo e parlando di piastrelle. Torna a casa a sentire moglie o marito che ti racconta la sua giornata a fabbricare, vendere e parlare di piastrelle.

Quando entra in una casa, un hotel una trattoria guarda subito il pavimento. Si compiace nel riconoscere marca modello e annata delle piastrelle. I maschi, orinando nel bagno, esaminano accuratamente il rivestimento e la qualità della posa. Fuga larga, fuga stretta.

Il ceramista nel weekend si trova al bar o al ristorante a parlare di piastrelle e piastrellari, va in vacanza nei luoghi conosciuti vendendo piastrelle.

Il mitico nirvana dei ceramisti è lo Sporting Club di Sassuolo. Per chi vive fuori distretto è un luogo mistico e leggendario: un Eldorado che forse esiste solo nei sogni.

Lì si trova il gotha degli eletti, una comunità che vive in una atmosfera simbiotica e idealizzata di bellezza e benessere, che annulla rivalità e concorrenze. Sono infinite le leggende ambientate in questa location, e molte sono vere.